Sulla Pizza Gourmet

Pizza Gourmet 

 

Una delle grandi caratteristiche che rende unica   la cucina Italiana è il suo costante  rinnovamento sempre  con un forte legame alle tradizioni del territorio e della cultura locale.Dalle innumerevoli cucine territoriali  si sono evolute fantasiose ed eccelse variazioni    , dove i migliori chef hanno saputo  aggiungere nuovi prodotti, sapori o innovative tecniche di cottura ; si chiama evoluzione. Per la pizza  vale lo stesso discorso ; dalla pizza in padellino Torinese, alla pala  romana, la pizza sottile veneta le variazioni sono innumerevoli  e sempre in continua innovazione. Negli ultimi anni  la figura del pizzaiolo ha subito un forte cambiamento, ha dovuto alzare la sua preparazione per far fronte ad una clientela più esigente e più informata sui prodotti, valori nutrizionali e digeribilità degli alimenti.Ad oggi non sono rari i pizzaioli con  buone conoscenze di cucina, cotture degli alimenti; insomma un vero connubio fra un panificatore ed uno chef di cucina.

La pizza gourmet non è altro che l'espressione di una approfondita ricerca  e oculata scelta  delle fasi  produttive.Molti, erroneamente , pensano che  basti mettere un prodotto di qualità per poter chiamare una pizza " Gourmet" ,ma la qualità dovrebbe essere data per certa ogniqualvolta entriamo in una pizzeria.

 Chi propone la pizza Gourmet , offre un percorso " emozionale" che parte da una  scelta  coscienziosa della farina , spesso personalizzata con mix di diverse qualità, per continuare con  i metodi di lievitazione ottimali e fra i più sofisticati e laboriosi. I topping non sono certo da meno ; ingredienti abbinati seguendo le diverse cotture fino ad utilizzare alimenti cotti sotto vuoto a basse temperature.Il risultato : una pizza dalle elevate qualità.

Voglio complimentarmi con i pizzaioli che offrono questo prodotto coscientemente poichè so che è frutto di costosi Corsi di formazione, lunga ricerca e faticosa sperimentazione.Ma una cosa ci tengo a dire : viva  qualsiasi pizza!

 

Scrivi commento

Commenti: 0